La nostra storia

Ai vertici del mercato mobile in Italia e tra i principali operatori alternativi nel fisso

Wind Tre: azienda leader

WINDTRE, guidata da Jeffrey Hedberg, è ai vertici del mercato mobile in Italia e tra i principali operatori alternativi nel fisso. L’azienda è un player di riferimento nell’integrazione fisso-mobile e nello sviluppo delle reti in fibra di nuova generazione grazie anche all’accordo con Open Fiber per la realizzazione della rete in banda ultralarga in Italia. Per quanto riguarda la telefonia mobile, WINDTRE ha realizzato importanti investimenti nel processo di consolidamento della propria rete, ritenuta ‘Top Quality’ secondo i test condotti dalla società internazionale di consulenza e di soluzioni ingegneristiche umlaut. Con circa 20.000 siti di trasmissione ‘5G ready’, la rete WINDTRE consentirà di implementare rapidamente lo standard di quinta generazione. Inoltre, garantisce un servizio voce di grande affidabilità ed è in grado di supportare i servizi ICT più innovativi, a vantaggio di famiglie e imprese.

Fa parte del gruppo CK Hutchison Holdings Limited, azionista unico di WINDTRE.​​

Storia della fusione

6 marzo 2020

Nasce il nuovo brand unico WINDTRE, che consolida il posizionamento valoriale dell’azienda, con al centro una tecnologia accogliente, 'molto più vicina' alla vita quotidiana delle persone. Il marchio unico WINDTRE ha, infatti, l’obiettivo di facilitare le relazioni umane e di supportare tutti i clienti nell’affrontare le sfide del presente.

7 settembre 2018

CK Hutchison è ufficialmente azionista unico di Wind Tre.

31 agosto 2018

CK Hutchison riceve l’approvazione, da parte della Commissione Europea, del controllo del 100% di Wind Tre. La decisione della Commissione rappresenta lo step regolatorio finale del processo di acquisizione e apre la strada al completamento della transazione.

3 luglio 2018

CK Hutchison annuncia il raggiungimento dell'accordo per l’acquisizione dell’intera quota (pari al 50%) di VEON in Wind Tre. La transazione porterà CK Hutchison a detenere il 100% dell’operatore di telecomunicazioni. Il completamento della transazione è soggetto all’approvazione degli organi regolamentari europei e italiani.

31 DICEMBRE 2016:

Nasce ufficialmente Wind Tre SpA. L’azienda, grazie alla posizione di rilievo raggiunta nel mobile, vuole diventare un player di riferimento nell’integrazione fisso-mobile e nello sviluppo delle reti in fibra di nuova generazione, in particolare, anche grazie all’accordo con Enel Open Fiber per la realizzazione della rete in banda ultralarga nel nostro Paese.

5 novembre 2016:

CK Hutchison e VimpelCom (oggi VEON) completano formalmente la transazione per l’integrazione delle loro attività in Italia, dopo aver ricevuto tutte le approvazioni necessarie da parte degli organi regolamentari. Da questo momento, 3 Italia e Wind sono entrambe controllate dalla joint-venture di CK Hutchison e VimpelCom (oggi VEON). I due azionisti possono ora lavorare per finalizzare formalmente l’integrazione delle loro controllate italiane.

25 OTTOBRE 2016:

CK Hutchison e VimpelCom (oggi VEON) ricevono l’approvazione definitiva dal Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE) per la joint venture paritetica in Italia delle rispettive controllate, 3 Italia e Wind Telecomunicazioni. L’integrazione delle due aziende verrà completata entro la fine dell’anno. La nuova azienda effettuerà importanti investimenti nelle infrastrutture digitali portando benefici ai clienti e alle aziende in Italia, sbloccando risorse significative che si realizzeranno attraverso le sinergie.

1 settembre 2016:

La Commissione Europea approva la joint venture tra CK Hutchison e VimpelCom (oggi VEON). La joint venture sbloccherà investimenti per 7 miliardi di euro in infrastrutture digitali, contribuendo alla crescita del Paese. I clienti beneficeranno di un significativo miglioramento della velocità di download e della copertura 4G/LTE, di una più elevata affidabilità dei servizi e di una maggiore forza competitiva.

6 AGOSTO 2015:

CK Hutchison e VimpelCom (oggi VEON) annunciano di aver raggiunto un accordo per una joint venture paritetica per la gestione delle loro attivitá di telecomunicazioni in Italia. Attraverso questa integrazione, 3 ITALIA e WIND acquisiranno la dimensione e l‘efficienza necessarie per continuare ad offrire servizi di TLC innovativi a prezzi competitivi e per competere in modo ancora piú incisivo sul mercato italiano.